L’orologio biologico: come il microbiota e ritmi circadiani influenzano lo stato di salute

L’orologio biologico: come il microbiota e ritmi circadiani influenzano lo stato di salute

L’età, la dieta e lo stile di vita non sono gli unici fattori che impattano sul benessere di ciascuno di noi, fra questi ci sono anche i ritmi circadiani.
Alcuni studi e suggerimenti della professoressa e microbiologa Patrizia Brigidi.

 Viviamo in un’epoca in cui il tempo è prezioso. Più volte il nostro sguardo è in cerca di orologi per scandire le ore durante la giornata e le diverse attività da portare a termine. Ciò non accade, almeno con la stessa frequenza, per quanto riguarda le lancette fisiologiche di ciascuno di noi.

Possiamo immaginare, infatti, che il tempo all’interno del corpo è scandito da un orologio detto ritmo circadiano che regola il dispendio energetico, l’appetito e il sonno. Questo ritmo influenza anche la composizione del microbiota intestinale, i cui miliardi di microrganismi – differenti e dinamici – sono essenziali per la regolazione dei pathway circadiani dell’ospite.

Le alterazioni e cambiamenti tra ritmi circadiani, microbiota e cervello possono influenzare il nostro stato di salute e benessere come ripreso da uno studio[1] condotto in Irlanda riguardo la conoscenza dell’asse microbiota-intestino-cervello.

Oggi, dunque, diventa sempre più importante non solo riconoscere i ritmi esterni,  ma anche quelli interni al nostro organismo e YOVIS – linea di integratori alimentari contenenti batteri e fermenti lattici dell’azienda farmaceutica Alfasigma – supporta, mediante la campagna educazionale dedicata alla preservazione dell’unicità e diversità del microbiota intestinale, una corretta informazione sull’importanza di proteggere il microbiota.

La ricchezza e diversità del microbiota cambia non solo in base all’età, alla dieta o allo stile di vita del soggetto, ma anche in risposta a determinate ore del giorno o della notte e alle ore del pasto. Non a caso situazioni di jet lag, turni di lavoro intensi, cambiamento di temperature e di luce naturale – basti pensare al variare delle stagioni – sono state associate a una composizione microbica alterata, nonché a diverse malattie metaboliche, infiammatorie e legate allo stress[2]​​.

L’interazione tra l’orologio circadiano dell’ospite e le oscillazioni del microbiota influenza molti processi fisiologici, tra cui il metabolismo, la regolazione del sistema endocrino e la funzione del sistema immunitario e nervoso.

La professoressa Patrizia Brigidi, Docente di Biotecnologia delle Fermentazioni presso il Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Bologna spiega: “Pensiamo al microbiota come entità dinamica e unica che impatta su tante attività fisiologiche e tra queste quelle che riguardano il sistema endocrino, immunitario e anche lo sviluppo della sinaptogenesi, processo che si verifica quando viene creata una nuova sinapsi all’interno del sistema nervoso centrale. Il microbiota intestinale, infatti, produce dei metaboliti che possono passare la barriera ematoencefalica e possono avere un impatto sullo sviluppo neuronale. Questi possono avere un’influenza importante per quello che riguarda comportamenti tipo di stress, tipo di sonno, tipo di ansia e questo sia nei più piccoli che negli adulti. C’è da tener presente una grande interindividualità del profilo del microbiota tra i soggetti e questa dipende dall’ età, la dieta, lo stile di vita e altri fattori ambientali, tra cui il ritmo circadiano o orologio biologico.”

Uno squilibrio dei ritmi biologici dunque contribuisce ad alterare il microbiota, fondamentale per il nostro generale benessere. Ognuno ha un profilo microbico unico e differente e Yovis lo sa.

La linea Yovis è dedicata a tutta la famiglia, c’è Yovis Bambini – specificatamente formulato per favorire l’equilibrio della flora batterica intestinale dei più piccoli dai 3 ai 14 anni – Yovis Stick, Yovis Caps, Yovis Flaconcini per favorire il benessere intestinale degli adulti. Il nuovo è Yovis Rigenera con una formulazione specifica studiata per le persone dai 50 anni in su, con 25 miliardi di probiotici, prebiotici per favorire la proliferazione dei batteri buoni, in più calcio e vitamina B12 che contribuiscono al benessere del sistema immunitario e del metabolismo energetico e osseo.

Una varietà di referenze che non vanno conservate in frigorifero e che possono essere scelte in base all’età, alle proprie preferenze e allo stile di vita: perché ognuno di noi ha una flora intestinale diversa, anche nei vari momenti della propria vita.

Per maggiori informazioni www.yovis.it.

YOVIS INTEGRATORI ALIMENTARI

Una ricca letteratura internazionale e le linee guida WGO (Guarner 2012), riconoscono e approvano l’utilizzo di probiotici nella diarrea del bambino, diarrea da antibiotici nel bambino e in generale nella disbiosi intestinale.

Su queste basi è stata formulata la linea di Integratori alimentari:

  • YOVIS STICK, YOVIS CAPS e YOVIS FLACONCINI, a base di Bifidobacterium animalis lactis, Bifidobacterium breve, Lactobacillus acidophilus, Streptococcus thermophilus – un mix studiato per riequilibrare la flora batterica intestinale degli adulti ;
  • YOVIS BAMBINI a base di Bifidobacterium animalis, Bifidobacterium breve, Streptococcus thermophilus, Lactobacillus acidophilus, Lacticaseibacillus rhamnosus, Limosilactobacillus reuteri, per favorire l’equilibrio della flora batterica intestinale di bambini dai 3 ai 14 anni.
  • A completamento della gamma, YOVIS RIGENERA: integratore alimentare con 25 miliardi di probiotici (rhamnosus, L.paracasei, Bifidobacterium animalis e Bifidobacterium breve) , prebiotici (GOS), arricchito con calcio e vitamina B12, studiato per persone dai 50 anni in su.

Info su Alfasigma

Alfasigma è una delle principali aziende farmaceutiche italiane: presente in oltre 90 Paesi, ha una forza lavoro di circa 3.000 persone, laboratori di Ricerca e Sviluppo, e 5 stabilimenti di produzione.

In Italia Alfasigma è leader nel mercato dei prodotti da prescrizione dove, oltre al forte focus sul Gastro-Intestinale, è presente in molte aree terapeutiche primary care. Commercializza prodotti di automedicazione e integratori alimentari.

Per ulteriori informazioni, visitare www.alfasigma.com

 

Photo: fonte ufficio stampa

[1] When Rhythms Meet the Blues: Circadian Interactions with the Microbiota-Gut-Brain Axis, John F. Cryan et alii,Ireland,  2020

[2] When Rhythms Meet the Blues: Circadian Interactions with the Microbiota-Gut-Brain Axis, John F. Cryan et alii,Ireland,  2020

 

One thought on “L’orologio biologico: come il microbiota e ritmi circadiani influenzano lo stato di salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *